Consulenza logopedica

Consulenza logopedica per genitori e logopedisti.

Ciao, sono Mamma Logopedista e sono a tua disposizione per orientarti nel complesso mondo del linguaggio dei bambini e aiutarti in caso di difficoltà. Se sei un genitore o se sei un logopedista, posso mettere la mia professionalità al tuo servizio in diversi modi.

SEI UN GENITORE?

Molti genitori mi scrivono con tanti dubbi e perchè disorientati sul da farsi:

Posso aiutarti con una consulenza gratuita via mail, oppure con una consulenza online più approfondita. Clicca sulle immagini per scoprire tutti i dettagli.

 
Consulenzagratuita via mail ... (3)
 IN LINEA CON

Ti ricordo che prima di scrivermi potresti trovare molte risposte proprio qui sul blog dove puoi leggere liberamente moltissimi articoli dedicati al linguaggio dei bambini. Puoi scrivere quello che cerchi nella casella di ricerca che trovi nella barra laterale in alto e destra.

Se invece desideri informazioni più dettagliate su un argomento specifico, potresti trovarle nei Quaderni di Mamma Logopedista: clicca sulle immagini per andare allo SHOP e scaricare gratuitamente le anteprime.

 DIARIODELLINGUAGGIO  LESSONS (3)
 igiene (1)  OGGI IMPARO A SOFFIARMI IL NASO!

SEI UN LOGOPEDISTA?

Anche se sei un professionista potresti trovare interessanti i Quaderni di Mamma Logopedista citati appena prima.

Inoltre puoi avvalerti della Scuola di Logopedia, un servizio di consulenza professionale con tutti gli argomenti nei quali posso darti una mano perchè fanno parte della mia formazione più approfondita. Oppure acquistare il Corso di trascrizione fonetica in formato pdf. Clicca sulle immagini per  scoprire di più. 

 

 scuola-logo  EVERYTHING

 

Share Button

4 pensieri su “Consulenza logopedica

  1. Valentina says:

    Buongiorno, sono la mamma di una bambina di 19 mesi e vorrei ascoltare il parere di una logopedista. come posso fare per esprimere i miei dubbi? grazie infinite

      • Valentina says:

        Come anticipavo la mia piccola ha 19 mesi ed è stata allattata esclusivamente al seno fino a sette mesi e poi fino ad undici mesi con l’aggiunta, poi si è staccata volontariamente e non ha più voluto il seno. ha sempre rifiutato il ciuccio. intorno agli otto mesi ha detto mamma, seguito nei mesi successivi da una sorta di nonna e poi da papà. lo svezzamento non è iniziato nel migliore dei modi in quanto la bambina ha due importanti allergie una al grano con rischio shock anafilattico e all’albume. ha iniziato a gattonare intorno agli undici mesi e ha camminato da sola intorno ai tredici mesi. la bambina durante il giorno da quando ha otto mesi trascorre gran parte della giornata con i nonni perché ho la necessità di lavorare. non abbiamo nipoti in famiglia pertanto non ha avuto modo di socializzare con altri bambini tuttavia sembra una bambina solare saluta tutti e tira baci a tutti. al contempo però mi sembra anche per certi versi un po timida. con i bambini che incontra per strada ha spesso un buon rapporto, cerca un contatto fisico e guarda sia i bambini più piccoli che quelli più grandi. purtroppo è una bambina molto pigra, ogni volta che vuole qualcosa e cerco di fargliela prendere da sola, finisce per lamentarsi un poco e poi orientare la sua attenzione su un’altra cosa. ad oggi dice soltanto mamma, papà, nonna, nonno e pappa e ripete i versi di alcuni animali. se le chiediamo davanti ad un libro quali sono determinati oggetti risponde quasi sempre indovinando, con i colori ha qualche difficoltà in più. purtroppo la bambina non riesce a parlare, emette solo dei suoni e indica determinati oggetti. si arrabbia molto se noi non capiamo ma in queste ultime settimane è sempre più difficile comprenderla. è mortificante vedere lei non riuscire ad esprimersi e credo sia mortificante per lei non riuscire a parlare perché dopo che non capiamo si chiude in se stessa e non emette più nemmeno quei suoni. tralascio il mio stato d’animo perché al primo posto c’è il suo benessere, ma in un paio di occasioni, cercando di capire cosa volesse dire, mi ha indicato la bocca come per dirmi che non riesce a parlare. ho pensato di chiedere il suo parere per sapere se è il caso di rivolgermi al un logopedista per poterla aiutare. io nel frattempo ho pensato di poterla iscrivere in piscina per farla socializzare un po e magari cercare un nido privato che possa tenerla fino alla tarda mattinata. lei cosa pensa? preciso solo un aspetto che probabilmente non è rilevante ma sicuramente utile precisare: la bambina una volta a settimana va da nonni paterni dai quali non è mai voluta andare volentieri, tanto che è spesso capitato che dopo aver trascorso una mezz’ora con la nonna, mio marito dovesse andare a casa con la bimba che chiamava continuamente mamma. ho provato a far capire a mio marito che la bambina forse non era pronta per stare con i nonni e che poteva essere più saggio aspettare, ma loro non hanno mai voluto sentire ragioni. oggi la bimba appena vede i nonni paterni vuole venire in braccio alla mamma e piano piano comincia ad interagisce con loro. confido in un suo consiglio e la ringrazio molto per il tempo che vorrà dedicarmi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *