Consulenze online: ecco com’è andata la fase pilota con le famiglie tester

 

nuove 337

 

Come forse ricorderete nel mese di dicembre appena passato c’è stata la selezione per reclutare 5 mamme tester che provassero il nuovo servizio di consulenza online, oggi vorrei raccontarvi come è andata secondo le mamme e secondo me …

Secondo le mamme

Ogni mamma ha ricevuto alla fine della consulenza un questionario per aiutarmi a modificare le cose che non erano filate lisce e devo dire che mi è stato davvero utile ad individuare fragilità e punti di forza.

Contatto iniziale

Ci sono state alcune cose da definire meglio a livello organizzativo e preparatorio alla consulenza. Per questo motivo ho rivisto le informative e spero che ora sia tutto chiaro.

Clima generale

Tutte hanno rilevato un clima gradevole di conversazione e devo dire che anche per me è stato l’aspetto più bello, non c’è stata nessuna difficoltà ad entrare in sintonia, forse proprio perché chi decide di utilizzare un servizio di questo tipo ha già superato certe barriere e resistenze che si posso avere verso il web. 

Anche il fatto di avere potuto scegliere giorni e orari in cui non c’erano altri impegni ha contribuito a creare un buon clima: i bimbi magari erano in casa, ma affidati ad altri o impegnati a fare qualcosa di abituale.

Stato d’animo

Tutte le mamme hanno dichiarato che dopo questo confronto si sono sentite meglio, in alcuni casi anche più tranquille. Questo mi fa davvero piacere, perché l’effetto che a volte fa parlare con un esperto è proprio l’opposto: creare maggiori ansie per l’acquisita consapevolezza del problema.

Tempi e qualità della consulenza

I tempi sono stati adeguati, abbiamo concluso le consulenze nei termini concordati riuscendo ad esplicitare a pieno la problematica. La cosa più apprezzata della consulenza è stata l’indicazione di qualcosa di concreto  da fare con il proprio bimbo per stimolarlo o iniziare a farlo nel modo corretto.

testimonianza di una mamma

“Ho trovato il servizio di consulenza online innovativo e molto utile: quando si parla di linguaggio dei bambini, ho trovato che i preconcetti sono tantissimi, sia di noi genitori, sia dei parenti, nonni, amici ecc … Ognuno ha idea differenti su quello che è “normale”. Il rischio è di sottovalutare un problema o, al contrario, di creare un problema quando non c’è. Il pediatra di famiglia è spesso competente sulle linee generali, ma manca della preparazione specifica del logopedista. Non esiste una tipologia di consulenza simile offerta dai Servizi Pubblici e, anche privatamente, può essere complesso trovare un logopedista con una specializzazione nei bimbi piccoli, soprattutto in piccoli centri di provincia.

Per me è stato utilissimo, mi ha aiutata a rapportarmi al problema/dubbio in maniera serena, razionale e costruttiva. E soprattutto senza ansie.”

Mamma Luisa

com’è andata SECONDO ME

In linea di massima direi che è andata bene e forse anche meglio di quanto pensassi, ma naturalmente ci sono stati alcuni punti critici e modifiche in itinere che non mi aspettavo.

Comunicazione

La difficoltà di comunicazione maggiore è stata nella fase preliminare di presa dei contatti. Non è stato semplice creare la presentazione del servizio in modo chiaro e che non inducesse dubbi nei genitori. Alla fine ce l’ho fatta, ora è tutto ben esplicitato grazie ai rimandi e segnalazioni delle 5 mamme.

Dialogo

Il clima generale durante le nostre conversazioni è stato davvero tranquillo e rilassato.

Gestione dei tempi

Non ci sono state difficoltà a gestire la durata del singolo contatto, grazie anche alla collaborazione delle mamme che sono state molto rispettose e attente, inizio incoraggiante.

Insomma, direi che è andata bene, ma se avete suggerimenti, dubbi, domande, scrivetemi che tutto aiuta.

Avvio del servizio di consulenza online 

Da lunedì 12 gennaio è iniziato ufficialmente il servizio e grazie all’ancora piccolo passaparola, ho già le prime prenotazioni. Devo davvero ringraziarvi.

Il link per accedere direttamente alle informazioni è sullo Shop eccolo: CONSULENZE.

Tre cose che voglio ricordarvi

La prima è che la consulenza online è nata per dare un indirizzo, un suggerimento alle famiglie che spesso, ascoltando diverse campane (nonni, il pediatra, l’amico esperto o non esperto), perdono l’orientamento e non sanno che scelta fare. Bisogna tenere però a mente che in nessun caso la consulenza sostituisce una visita specialistica con un logopedista.

La seconda è che non è possibile mostrarmi i vostri bambini durante il collegamento; certo se non sapete a chi affidarli, possono essere presenti, ma non saranno valutati.

La terza è che sono qui per voi; a volte il primo passo è il più difficile da fare, ma togliersi alcuni dubbi circa lo sviluppo linguistico del vostro bimbo può aiutare a farvi stare meglio, vi aspetto.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *