Deglutizione scorretta: logopedista e terapia miofunzionale

di Nunzia Di Rosa, Logopedista

che cos’è la deglutizione scorretta

Si parla di deglutizione scorretta, quando la lingua, al momento dell’atto deglutitorio, spinge contro i denti o fra i denti, in posizione anteriore e/o laterale, invece di schiacciarsi contro il palato. In pratica consiste nel persistere del modello di deglutizione infantile, suzione, oltre il periodo ritenuto fisiologico.

Nei bambini che hanno questo problema, spesso durante la deglutizione sono visibili smorfie, contrazioni eccessive della muscolatura facciale, in particolare del muscolo delle labbra e del mento.

conseguenze della deglutizione scorretta

La deglutizione scorretta, detta anche immatura o atipica, provoca svariate conseguenze sul soggetto che ne soffre:

  • uno squilibrio muscolare oro-facciale
  • malocclusione dentale
  • alterazioni del linguaggio (difetti di pronuncia)
  • deformazione del palato
  • respirazione orale
  • problematiche posturali  a causa del mancato contatto della lingua con i recettori palatini, alterazione del tratto cervicale e squilibrio delle catene muscolari, conseguenza diretta della stretta interconnessione di tali distretti con la lingua. Questo anche a lungo termine.

come intervenire – terapia miofunzionale

Il trattamento d’elezione in caso di deglutizione scorretta e di squilibrio muscolare oro-facciale è la terapia miofunzionale, un particolare programma abilitativo-rieducativo per eliminare le alterazioni delle funzioni orali. Questo tipo di trattamento è svolto proprio dal Logopedista che ha un’ampia e approfondita preparazione nell’ambito del distretto oro-facciale e delle funzioni orali (masticazione, respirazione, deglutizione e parlato).

Il programma terapeutico si compone generalmente di tre fasi:

  • fase della rieducazione muscolare (muscoli di labbra- lingua – m. masticatori)
  • insegnamento del meccanismo della deglutizione corretta sia dei solidi che dei liquidi
  • fase di automatizzazione del nuovo meccanismo deglutitorio appreso e della corretta postura linguale a riposo e in fonazione.

Il percorso, che è una vera e propria “fisioterapia” dell’atto deglutitorio, durerà qualche mese con sedute inizialmente più ravvicinate per abituare il bambino alle nuove abilità che acquisisce, per poi diradare gradualmente nella fase di mantenimento.

Quest’ultima fase si considera conclusa quando il soggetto dopo avere acquisito un buon controllo volontario degli schemi appresi, sarà finalmente in grado di far sì che la lingua assuma una corretta posizione in deglutizione, a riposo e in fonazione, spontaneamente.

Dott.ssa Nunzia Di Rosa – 3208963687 – dottnunziadirosa@gmail.com – Torre del Greco (Napoli)

***

Bibliografia:

Andretta P., 2011, “Terapia miofunzionale secondo Garliner” in “Deglutologia” O. Schindler ; Ed. Omega-Torino;

Ferrante A. 2004 “Manuale pratico di Terapia Miofunzionale” ; Ed. G.L.M. Marrapese, Roma;

Chiesa; Ciaravolo; Colasanto; De Cicco; Ferrante in “La nuova ortodonzia“; Ed. Marrapese 2007, Roma 

***

Il tuo bambino ha questo problemi? Il dentista ti ha segnalato movimenti scorretti della lingua durante la deglutizione? Presso lo studio di Mamma Logopedista a Parma ci occupiamo anche di queste valutazione e trattamenti. Contatti: 3494454277 – logopedia@logopediaparma.com

                                                                                                                                                   

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *