Linguaggio

Come tenere un Diario del Linguaggio

 

DIARIODELLINGUAGGIO

Moltissime mamme mi scrivono in epoca molto precoce perché preoccupate per lo sviluppo del linguaggio del proprio bimbo.

Prima di una certa età non è semplice individuare i segnali di un possibile disturbo del linguaggio.

L’unico consiglio che posso dare in modo trasversale che penso possa contenere alcune comuni ansie dei genitori rispetto allo sviluppo linguistico è quello di tenere traccia su un quaderno dei progressi del proprio bimbo.

Nei primi mesi potrete aggiornarlo anche tutti i giorni, infatti tra gli 0 e i 3 mesi succedono tante belle cose nuove ogni giorno: i sorrisi, le smorfiette, gli sguardi intensi.

Poi potrete fare un aggiornamento settimanale in cui registrare la comparsa del primo babbling o lallazione e successivamente sull’uso dei gesti, fino ad arrivare alle prime paroline. Per sapere quali parole segnare puoi rileggere questo post: “Cosa sono le parole”

Quando le paroline cominceranno ad aumentare, è probabile che ogni settimana ne avrete parecchie da aggiungere finchè l’attesa “Esplosione Lessicale” non vi consentirà più di tenere il passo.

Sarebbe utile tenere una traccia  almeno dei primi due anni di vita. Tutte le informazioni potrebbero essere utili nel caso vi sorgano dei dubbi, ma al di là di questo sarà comunque un ricordo bellissimo una volta che il vostro bambino sarà cresciuto, magari corredato di qualche bella foto …

… che ne pensate?

***

Guarda qui il DIARIO DEL LINGUAGGIO di Mamma Logopedista e scarica l’ANTEPRIMA GRATUITA.

I QUADERNI di Mamma Logo
I QUADERNI di Mamma Logo
Share Button

12 commenti

  • Marina

    Ciao, sono da poco diventata una follower del tuo sito e lettrice dei tuoi articoli. Sono anch’io una Logopedista, attualmente in trasferta in Canada, e devo dire che questa tua idea del diario di “bordo” sulle prime esplorazioni vocali del bambino e’ davvero carina e utile, non solo nei casi di possibili ed eventuali problemi di linguaggio, ma anche come piccolo memorandum dei primi anni di vita del bambino, da rileggere e commentare insieme negli anni successivi….

  • Katrina

    Salve sono una nonna e sono inglese parlo inglese con mio nipotino da sempre ,fai 4 anni in dicembre, lui capisce, quasi tutto quello che dico, e dice tante parole in inglese, parla piu in italiano,ha delle difficoltà a pronunciare diverse lettere,cio la lettera da solo lui dice ma al volta in una frase,non pronuncia bene,,,ci e stato detto di non parlare per qualche mese in inglese con lui per vedere se migliore. Mi piacerebbe sapere cosa nipensi. Grazie

    • Ella

      A 4 anni il linguaggio dovrebbe essere quasi completamente a posto. Io direi che sarebbe utile fare un inquadramento delle sue abilità linguistiche così da capire se sia il caso o no di intervenire con un percorso di logopedia. Un caro saluto

  • Alfo

    Salve
    Mio nipote 14 mesi, vispo, memorizza tutto rapidamente, cammina..
    Ma dice tre parole: ka, la e ma.
    Comunque capisce le parole perché se chiedo dov’è un oggetto lui lo guarda o lo va a prendere.
    Mi devo preoccupare?

    • Ella

      Alfonso buongiorno, diciamo che non sono proprioamente parole. Io le consiglio di leggere un po’ tutti gli articoli presenti sul blog alla voce linguaggio, così potrà inquadrare meglio la situazione ed eventualmente parlarne con i genitori. Preoccuparsi mai, seguire con attenzione sì, tenete controllati i progressi e vi consiglio caldamente di tenere il diario sempre aggiornato

  • Alessandra

    Buona sera, ho un piccolo problema come credo quasi tutte le mamme …. io ho 2 bimbi, il primo Lorenzo che ha 3 anni, lui ha camminato all età di 18 mesi già parlava da quando aveva 12 mesi …. il secondo figlio si chiama Edoardo ed ha 18 mesi e mezzo lui ha camminato presto ma come parole ancora nulla dice solo mamma papà cacca e basta …. ne ho parlato con il pediatra e l insegnate della sua ludioteca ma mi hanno riassicurata di stare tranquilla perché è un bimbo sano attivo molto curioso delle attività che fa nell’arco della giornata…. e di non fare riferimento al fratellino maggiore secondo voi come posso fare?

  • Simona

    Ciao sono una mamma di un bimbo di tre anni che ancora nn parla, ovvero dice solo qualche parolina anche se nelle ultime due settimane comincia ad imitare tutto quello che sente in TV e quello noi genitori diciamo. Mi piacerebbe acquistare il Diario del linguaggio per avere un quadro completo di quante parole il piccolo riesce ad assimilare. Potreste indicarmi come fare per acquistare il Diario e se è possibile averlo cartaceo? La ringrazio, attendo una sua risposta!!!

  • Valentina

    Buonasera,mio figlio ha 17 mesi e siamo stati da più npi perché qualcosa nel suo carattere non mi co vince compreso il contatto oculare ema nessuno ancora si pronuncia,in compenso e molto sveglio sa dire mamma papà(sebbene lo ripete spesso anche in situazioni di disagio) pappa nanna nonna nonno cuccu (ciuccio) circa 15versi di animali e circa 20/30 parole ma tutte a modo suo accentuando molto la.c dura addirittura per dire tetta dice checca,però dice anche nane(pane) bopa (scopa) nana (banana) una(uva) ma cmq e molto accentuata questa c inoltre ripete a tipo eco quello che si dice tipo se io dico cane lui nane ecco qua checcoca mi devo preoccupare per queste ripetizioni?(sa a cosa alludo)e poi e normale che nn dice la l come consonante?lui non chicccherq tra sé e sé e ha sempre lallato poco e questa cosa mi ha sempre preoccupato ma i medici non mi hanno dato spiegazioni.

    • Ella

      La domanda è troppo specifica e senza conoscere il bambino non mi è possibile pronunciarmi. Per quanto riguarda i suoni, è talmente piccolo che l’assenza della L non significa niente. Penso che dobbiate fare riferimento a un bravo terapista che completi le valutazioni fatte dal npi. Sono state fatte le prove cognitive, per esempio? Insomma, servirebbe un quadro più completo per potervi dare delle risposte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.