Idee di Natale anche per logopedisti: un gioco per narrare

Quest’anno mi sono occupata pochissimo dei consigli di Natale, complice un piccolo imprevisto famigliare, le cose si sono complicate. Non è rimasto tempo per molto, se non un piccolo articolo oggi. Poi vi saluterò per la consueta pausa natalizia, che quest’anno sarà per me davvero una salvezza.

Prima di lasciarvi vorrei parlarvi di “Le mille e una storia“, un bel gioco in scatola di Erickson Edizioni. La cosa che mi piace di più è che non è un gioco con vincitori e vinti, ma un gioco pensato per coinvolgere tutti nel racconto di un’avventura o piccole storie. Partendo dalle immagini sorteggiate o pescate dal mazzo, si possono inventare storie diverse e sempre nuove.

I giochi si rifanno ai classici: tombola, gioco dell’oca e mazzo di carte coperte, ma si possono mescolare anche tra loro perché non c’è un libretto di istruzioni su come giocare, massimo spazio è dato alla fantasia.

Per questo credo che si adatti molto bene anche come gioco da proporre durante le sedute di logopedia se state lavorando sul linguaggio narrativo o sulle abilità di descrizione e racconto, che, dopo avere acquisiti un minimo di abilità morfo-sintattiche, sarebbero sempre da proporre per pochi minuti in una seduta.

Insomma “Le mille e una storia” ci ricorda che giocare non è uno scherzo!!

(ricordati che se sei iscritto alla newsletter hai ricevuto il codice sconto del 15% che puoi sempre usare per i tuoi acquisti)

***

Se vuoi conoscere altri giochi utili e costruttivi, segui la sezione giochi e libri del blog.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *