Logopedia con i piccolissimi: i giochi che utilizzo di più durante il trattamento

Chi mi segue da un po’ sa che mi occupo in modo particolare di bambini piccolissimi che non hanno avuto l’esordio del linguaggio o che parlano molto poco o molto male.

La maggior parte dei bambini che seguo ha un’età compresa tra i 27-28 mesi e i 3-4 anni.

In particolare per i bambini intorno ai 3 anni, una delle cose più difficili è rendere divertente la seduta pur ripetendo più e più volte la stessa attività per acquisire nuove competenze.

Trai i materiali che utilizzo, oltre a immagini,figure, tabelle … ci sono giochi classici come gli animali della fattoria e giochi ad effetto sorpresa o a scomparsa.

Vi elenco quello che al momento trovo più utili e divertenti e che riscontrano maggior successo tra i miei bambini.

L’ultimo acquisito superazzeccato è senz’altro Acchiappa il Coniglio (foto iniziale) che si presta sia ad attività con i piccini che con i più grandicelli. In pratica c’è una base con le carote e un coniglio in cima. Togliendo le carote, ad un certo punto il coniglio salta via.

Molti i pregi: prima di tutto il coniglietto è davvero molto carino, in materiale gommoso morbido che viene proprio voglia di strizzarlo e coccolarlo, quindi è perfetto da un punto di vista percettivo per i piccoli. Il giocattolo è solido e credo che durerà a lungo. Non necessita di pile, perciò a basso costo. 

L’effetto sorpresa è bellissimo perché il coniglio salta davvero molto in alto. La scorsa settimana un mio bimbo ci ha giocato l’intera seduta.

Io lo abbino a giochi di carte con immagini: per esempio diciamo a turno una parola e se qualcuno sbaglia, l’avversario ha diritto a prendere una carota.

Puoi decidere che vince chi fa saltare il coniglio o chi non fa saltare il coniglio, insomma, molto versatile.

Cocco Dentista è un altro gioco amatissimo dai bambini: anche in questo caso l’effetto sorpresa è molto carino, noi ci giochiamo infilando le figure nella bocca del coccodrillo denominandole a turno e per ogni carta schiacciamo un dente. I bimbi si divertono da matti!

Anche questo è un giocattolo piuttosto robusto, ma un po’ più difficile da gestire perché i bimbi spesso infilano tutta la mano e fanno scattare subito il meccanismo. Direi che è più adatto ai bambini che si sono già abituati a rispettare un po’ tempi e modi delle sedute.

Tra i giochi a scomparsa, cioè dove l’oggetto che si utilizza sparisce all’interno di qualcosa, il più bello è Otto il Maialotto. E’ particolarmente indicato per i bambini che toccano tutto, quelli che non puoi lasciare in giro nemmeno un foglio perché subito se lo prendono e ci giocano. I panini, infatti, una volta inseriti nella bocca, spariscono e il bambino si orienta immediatamente a quello successivo. Anche in questo caso si può abbinare ad attività di ascolto, di produzione di semplici parole, di uso del sì/no ecc … 

Anche se l’elenco potrebbe continuare, vi parlo dell’ultimo gioco, molto amatao in particolare dai maschietti, ed è il mitico Pirata Pop Up

Molto divertente e un po’ “splatter”: i bimbi si divertono un mondo ad infilzare il povero pirata.

Tutti questi giocattoli si prestano moltissimo ad allenare i tempi di attenzione, il rispetto del turno e delle pause, l’attesa, ad accettare di vincire e qualche volta di perdere.

E tu? hai qualche altro gioco da suggerirmi? Aspetto i tuoi consigli!

***

Se ti occupi di piccolissimi, forse potrà interessarti il WORKSHOP PRATICO-INTENSIVO PER LOGOPEDISTI: VALUTAZIONE E TRATTAMENTO DEL LINGUAGGIO 0-3 ANNI.

Il Workshop si tiene in diverse città. Trovi tutte le informazioni qui: FORMAZIONE. Il workshop è decisamente ricco di pratica ed esercitazioni. In quell’occasione potrai vedere tutti questi giochi e ti spiegherò come li utilizzo. Così magari li provi prima di decidere se acquistarli. 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *