Area Logopedisti,  Linguaggio

Professione Logopedista: come cambia il lavoro in estate

Con la fine delle scuola spesso si registra un calo dell’attività, anche se devo dire che soprattutto negli ultimi anni la tendenza non è più così univoca e più che ad una vera e propria diminuzione del lavoro, si assiste ad una modificazione delle attività lavorative quotidiane.

Vi dico cosa succede a me.

cicli estivi di trattamento logopedico

Sia l’anno scorso che questo in corso, sono arrivate ed arrivano richieste da parte di famiglie che vorrebbero proprio approfittare del periodo estivo per concentrarsi sul “problema linguaggio” del proprio bambino: ci chiamano per sapere in cosa consiste una valutazione del linguaggio, se è possibile effettuare un trattamento logopedico o se chiudiamo per l’estate.

no, non chiudiamo per l’estate!!

(ci trovi QUI)

Approfittare dell’estate non è affatto una cattiva idea; se da un lato i bambini hanno diritto di riposare, dall’altro inserire un percorso logopedico in un periodo in cui sono liberi da impegni e quindi dispongono di più energie, può rivelarsi un’ottima scelta. Ciò consente anche, da un punto di vista strettamente tempistico, di farsi un’idea della situazione prima dell’inizio del nuovo anno scolastico e di programmare meglio le scelte sul percorso, più precisamente se continuare con l’inizio della scuola oppure se ci si può permettere una sospensione.

Un altro lato positivo sta nel fatto che spesso è possibile dare alla famiglia più disponibilità di giorni/orari per gli appuntamenti e , perché no, approfittare maggiormente delle mattine, momento in cui i bambini hanno certamente più energie.

la scuola è chiusa, ma io studio

Dato che in generale, oltre alle ferie, ho comunque  a disposizione più tempo, ne approfitto per studiare. In genere scelgo un tema sul quale devo aggiornarmi e perciò procedo alle scelta della bibliografia, ma anche alla ricerca di corsi di formazione specifici e con il taglio più pratico possibile. Per questa estate ho pensato nello specifico a due aree che ho grande desiderio di conoscere meglio: la balbuzie e lo smof – squilibrio muscolare orofacciale.

Intanto che ci sono forse può interessarvi cosa mi leggerò: per la balbuzie ho acquistato due titoli:

Lo sforzo sarà di integrare eventuali nuove informazioni e spunti di lavoro con ciò che già uso nella pratica in studio, insomma, una piccola sfida (ricorda che puoi approfittare del codice sconto del 15% sui libri Erickson).

Tenevo anche in modo particolare a partecipare al corso “Il modello multifattoriale della balbuzie: un approccio logopedico Evidence-Based” tenuto dai giovani colleghi Lovotti e Diotti; purtroppo sarà in date per me impossibili, ma credo che ne valga la pena, provate ad informarvi.

Per quanto riguarda l’area smof, invece, ho partecipato ad un paio corso di aggiornamento recentemente e mi sto confrontando con le colleghe, ma prevedo di farne un altro in autunno.

pianificare l’attività autunnale

In tutti i sensi. Sono diversi gli ambiti che vanno pianificati: dalla programmazione di questi cicli estivi che stanno iniziando proprio in queste settimane, fino alla programmazione di nuovi incontri divulgativi per la famiglie nel nuovo studio qui a Parma.

rivedere l’organizzazione del lavoro e i prezzi

Gran parte del tempo che , forse, rimarrà, sarà dedicato all’acquisto dei materiali e degli arredi che mancano e alla revisione dei prezzi e dei servizi.

Ho già affrontato diverse volte il tema del “non svendersi” e quindi ogni tanto è giusto revisionare le tariffe per valutare se è il caso o no di modificarle.

Dopo circa 8 mesi di avvio della nuova attività, è proprio giunto il momento di fare queste considerazioni e decidere sul da farsi.

Tu come ti comporti con i prezzi? Se anche tu fatichi a modificarli e non ti sembra che sia mai il momento buono, forse potrebbe interessarti scaricare l’e-book gratuito uscito recentemente che parla proprio di questi temi così difficili del nostro lavoro. Scopri i contenuti leggendo l’INDICE Professione logopedista – organizzare il lavoro e farti aiutare dalla tecnologia.

Clicca sull’immagine qui sotto per scoprire come riceverlo.

e infine … spazio ai nuovi progetti

L’estate è un ottimo momento per mettere nero su bianco le tante idee che nel corso dell’anno ci vengono in mente (perch sono certa che te ne vengono!). Quest’anno sarà ancora più bello farlo perché siamo finalmente un gruppo e potremo confrontarci sulle idee più stimolanti e decidere insieme come e quando realizzarle.

E tu? qual è la tua esperienza estiva? Stacchi o semplicemente ti riorganizzi? Anche tu pensi che in estate ci sia tanto lavoro? Aspetto i vostri commenti

Share Button

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.