Mese della logopedia 2015: grazie a tutte le colleghe

OLYMPUS DIGITAL CAMERAIl mese della logopedia è stato ricchissimo dei vostri contributi! care colleghe vi ringrazio tutte e contattatemi se avete progetti da realizzare, magari possiamo aiutarci.

Ecco tutte le logopediste che sono state qui nel mese di marzo!

Giulia Monica

Rachele Chiaravalli

Amalia Ascione

Angela Ciardullo

Mariangela Di Gerlando

Lia Mastrogiacomo

Debora Ielpo

Viviana Gariuolo

Roberta Scotto

Arianna Pieri

Caterina Puntieri

Dalila Randisi

Ilaria Fassetti

Purtroppo per qualcuno non è rimasto posto, ma spero di pubblicare presto gli articoli che non hanno presenziato al mese della logopedia.

BUON LAVORO A TUTTE!!!!

La Comunicazione Aumentativa più che Alternativa

 

caa1

di Ilaria Fassetti. logopedista

Molti logopedisti sono scettici sull’uso della CAA, lo ero anch’io! Il mio consiglio è sempre quello di approfondire prima i principi e i fondamenti di ogni metodo ed approccio, perché la validità di ogni strumento dipende soprattutto dall’uso che se ne fa.

“La Comunicazione Aumentativa e Alternativa (CAA) rappresenta un’area della pratica clinica che cerca di compensare la disabilità temporanea o permanente di persone con bisogni comunicativi complessi.” (Centro Sovrazonale di Comunicazione Aumentativa-Lombardia) Continua a leggere

UN TABLET: LA MIA VOCE.

 

11066058_10206610769972276_392122399_odi Dalila Randisi, logopedista

La tecnologia è, ormai, entrata a far parte della vita quotidiana di molti di noi. Ebbene quello che per i normo-tipici è uno strumento di lavoro, di svago e più in generale di usi svariati ha un grande, imponente potenziale intrinseco.

Di fatto, il tablet può essere un ausilio, e nello specifico un ausilio alla comunicazione. Ciò è possibile grazie a diverse App e Software che danno una voce a chi ha un deficit comunicativo. Il tablet come ausilio comunicativo fa parte dell’ampia materia della Comunicazione Aumentativa Alternativa (CAA). Con tale termine si suole identificare una serie di strategie, strumenti, modalità aumentative e alternative al linguaggio espressivo. Aumentative nel senso che ampliano le capacità proprie della persona; alternative poiché fornisco una via altra rispetto a quella usata comunemente. Continua a leggere

Perchè essere logopedista?

IMG-20150303-WA0009

di Caterina Puntieri, logopedista

Perchè nel nostro lavoro c’è qualcosa che riempie la vita: si smette pian piano di fare il logopedista e si inizia ad ESSERE logopedista.

Ogni ora passata con un paziente, che sia un momento di successo o di fallimento, ti arricchisce di esperienza professionale e, ma soprattutto di “esperienza umana”. Ogni successo diventa così non un successo professionale, ma una soddisfazione personale da condividere pienamente con il paziente.

Il “piccolo” successo che voglio condividere con voi oggi, è il successo della piccola Claudia (nome di fantasia). Continua a leggere

“E’ arrivato un bastimento carico di …” – Il metalinguaggio

 

11075888_10206610767092204_172769045_n

test CMF

di Arianna Pieri, logopedista

***

La metafonologia è un’abilità metalinguistica molto importante che è in stretta relazione con l’apprendimento della lettura e della scrittura. La competenza metafonologica viene definita come “capacità di percepire e riconoscere i suoni per via uditiva e i fonemi che compongono le parole del linguaggio operando adeguate trasformazioni con gli stessi” (Bortolini, 1995).

Le abilità metafonologiche consistono, dunque, nell’analizzare il linguaggio parlato nelle sue componenti sonore e nel manipolare queste piccolissime unità (Cheung et al., 2001).

Ciò che in questa sede è importante rilevare è che la metafonologia non è una funzione presente o assente, ma uno sviluppo che si accompagna al linguaggio prima, ma si completa poi con una fase di acquisizione culturalmente trasmessa. Continua a leggere

Lettura amara

miscella 386

di Roberta Scotto Galletta, logopedista.

Ottenni, novenni, quindicenni. Io sono logopedista e leggo da quando avevo tre anni.

L’ottenne che ho davanti non ci crede: fino a ieri era bravo e nessun problema. Il novenne che m’arriva con il capo chino non capisce il perchè si debba per forza leggere per imparare. Il quindicenne vanta una lunga lista di insegnanti pietose.

L’ottenne mi confida che l’asilo era bellissimo e i problemi sono iniziati con le lettere che ballavano, si giravano e che proprio non riusciva a ricordare bene. Il novenne ha imparato a memoria le parole ma sono troppe e non puo’ farlo con tutte. Si dispera. Continua a leggere

Fightthestroke.org: la storia di una famiglia

b

PHOTO CREDITS: ANDREA RUGGERI

Ciao, sono Francesca e mi presento con il mio profilo di Twitter in Italiano, che coincide peraltro con quello dell’Associazione che rappresento: Attivista Sociale, Rifugiata Bancaria, Entusiasta del Cervello, Co-Fondatrice di Fightthestroke.org, Eisenhower Fellow per l’Innovazione dal 2014, Mamma Orgogliosa di Mario.

Ciao Francesca. Quando è perché è nato il progetto? Chi ne fa parte? Continua a leggere

DSA ed Era Digitale: la Riabilitazione si rinnova per stare al passo con i tempi

IMG_3310

di Debora Ielpo, logopedista

Come spiegare e spiegarsi “ la Riabilitazione a distanza”.

Cosa significa essere dislessici nell’era digitale? Le nuove tecnologie possono aiutare bambini e ragazzi con disturbo specifico di apprendimento?

Verrebbe da rispondere di sì, ma fino a che punto? E in che modo?

Per rispondere a queste domande dobbiamo partire da un’importante affermazione: nella maggior parte dei casi, in psicopatologia un disturbo è tale all’interno della società in cui si manifesta (Luci e Grandi 2012). Continua a leggere

TABLET E LOGOPEDIA: LOGOLIA.IT

BodyPart (2)

 

di Lia Mastrogiacomo, logopedista

 

Negli ultimi anni l’utilizzo dei tablet è diventato preponderante, rendendoli gli ideali compagni di viaggio per i bambini, che trovano in essi uno strumento più semplice ed immediato per supportare il normale sviluppo comunicativo e linguistico.

Nella didattica è sempre più frequente l’utilizzo degli strumenti multimediali ed informatici, capaci di semplificare e di veicolare efficientemente i concetti e supportare l’esercitazione indispensabile a raggiungere risultati apprezzabili. Continua a leggere