Professione Logopedista: libri utili per studiare lo sviluppo del linguaggio

Nella mia attività clinica di logopedista mi occupo prettamente di valutare e trattare bambini molto piccoli. Questa scelta non è casuale: il motore principale che mi ha portato fin qui è che credo fermamente negli interventi precoci e che prima si interviene e più abbiamo la possibilità di fare bene e presto. Precocemente si può intervenire in molti modi: Continua a leggere

Giocare non è uno scherzo: prerequisiti alla comunicazione e all’apprendimento.

miscella 033

Nel mio lavoro di logopedista incontro molti bambini e la varietà di caratteri e personalità è infinita; chi più o meno attento, chi più o meno vivace, sorridente, riservato … in ogni caso, ciascuno a modo proprio, affronta la valutazione del linguaggio e i test proposti con tutte le risorse che ha.

Spesso i genitori che si rivolgono al logopedista focalizzano le loro preoccupazioni sul sintomo disturbo di linguaggio (che sia esso assente,  ipoevoluto o distorto), ma approfondendo “saltano fuori” anche altre preoccupazioni: non sta mai fermo, non ascolta, è distratto, piange per niente … ecco qui è il punto.   Continua a leggere

Il linguaggio del bambino 18-30 mesi. Cosa fare se il tuo bambino parla poco?

a 299Tra i 18 mesi e i due anni e mezzo tutti i genitori iniziano ad aspettarsi che il proprio figlio parli non dico come un piccolo adulto, ma che comunque usi le parole in modo adeguato al contesto, che sia interessato al linguaggio e che più o meno si faccia capire un po’ da tutti.

Non sempre questo succede o magari succede, ma con un po’ di fatica e “non come gli altri bambini”. Continua a leggere

Le prime relazioni del bambino di Lynne Murray: un libro per conoscere meglio i nostri bimbi

IMG_4323

Il libro “Le prime relazioni del bambino – dalla nascita a due anni, i legami fondamentali per lo sviluppo” di Lynne Murray è un libro che parla ai genitori.

E’ già da un po’ di tempo che scrivo testi dedicati ai genitori sullo sviluppo del linguaggio, sul benessere comunicativo e su come orientarsi quando un bambino è molto piccolo.

L’esigenza nasce oltre che da una mia personale passione per i bambini piccoli e per il concetto di prevenzione, anche dal fatto che in questo ambito c’è poca letteratura indirizzata ai genitori che vogliano approfondire le proprie conoscenze. Continua a leggere

Incontro “Lo sviluppo del linguaggio nei primi anni di vita” – 30 marzo a Parma

 

agosto 2011 020

Continua il percorso “mamma, papà … sto arrivando!” con un nuovo incontro tematico che si terrà a Parma presso la sede dell’Associazione Quisipuò il 30 marzo 2015 alle 17,30.

Lo sviluppo della comunicazione e del linguaggio nei primi anni di vita 

Durante l’incontro vi racconterò le principali tappe dello sviluppo linguistico e comunicativo del bambino cercando di darvi anche alcuni riferimenti utili per monitorare i progressi dei vostri piccoli e assicurarvi che tutto proceda secondo le giuste tempistiche, nel rispetto delle differenze che possono esserci da bimbo a bimbo anche a seconda della personalità e delle proprie inclinazioni naturali.

Qual è l’importanza del pianto e del sorriso?

Quando inizia la lallazione? e le prime parole?

Quando è importante che si sviluppi la frase?

Parleremo anche dell’importantissimo ruolo dell’adulto come guida e modello; quali strategie e atteggiamenti possono stimolare positivamente il bambino e quali, invece, possono rivelarsi controproducenti?

Lo scopriremo insieme!

Largo spazio sarà lasciato alle vostre domande e i vostri interventi, così potremo calare questi consigli in modo più efficace nelle abitudini quotidiane.

Naturalmente i vostri bambini sono sempre i benvenuti, potremo commentare insieme tutte le paroline che diranno quel giorno!

Ecco il PROGRAMMA COMPLETO .

Ed ecco l’evento su Facebook.

 

Vi porterò anche il mio “Diario del Linguaggio” così mi dite cosa ne pensate!!

 VI ASPETTO!!

***

Per informazioni ed iscrizioni (per limitata disponibilità di posti):

Associazione Quisipuò quisipuo@gmail.com e 328-1318830

oppure

info@mammalogopedista.it.

Costo 15€.

 

Diario del Linguaggio: finalmente sul blog

IMG_3134

 

Il suggerimento di tenere un Diario del Linguaggio dove registrare i traguardi raggiunti dai propri piccoli, è piaciuto moltissimo alle tante mamme che mi scrivono per qualche consiglio.

E’ bello farlo anche quando non c’è una preoccupazione, ma solo per il piacere di avere un domani un bel ricordo dei primi mesi di vita del proprio bimbo. Ricordarsi il primo sorriso, magari corredato da una bella foto, la prima produzione sonora (che non fosse un ruttino, tanto per capirci), le prime lallazioni e via fino alle prime parole e i primi gesti. Continua a leggere

LO SVILUPPO DELLA COMUNICAZIONE E DEL LINGUAGGIO NEL PRIMO ANNO DI VITA

a 055

Dal momento in cui nasce, il neonato acquisisce in tempi rapidi abilità comunicative e linguistiche complesse.

Attraverso quali tappe accade questo processo? Quali sono le capacità motorie, cognitive e sensoriali necessarie perché tutto avvenga secondo i tempi corretti? E quanta differenza è possibile tra i bambini con sviluppo fisiologico? Quando preoccuparsi se qualcosa non va?

Continua a leggere

Come tenere un Diario del Linguaggio

 

DIARIODELLINGUAGGIO

Moltissime mamme mi scrivono in epoca molto precoce perché preoccupate per lo sviluppo del linguaggio del proprio bimbo.

Prima di una certa età non è semplice individuare i segnali di un possibile disturbo del linguaggio.

L’unico consiglio che posso dare in modo trasversale che penso possa contenere alcune comuni ansie dei genitori rispetto allo sviluppo linguistico è quello di tenere traccia su un quaderno dei progressi del proprio bimbo.

Nei primi mesi potrete aggiornarlo anche tutti i giorni, infatti tra gli 0 e i 3 mesi succedono tante belle cose nuove ogni giorno: i sorrisi, le smorfiette, gli sguardi intensi.

Poi potrete fare un aggiornamento settimanale in cui registrare la comparsa del primo babbling o lallazione e successivamente sull’uso dei gesti, fino ad arrivare alle prime paroline. Per sapere quali parole segnare puoi rileggere questo post: “Cosa sono le parole”

Quando le paroline cominceranno ad aumentare, è probabile che ogni settimana ne avrete parecchie da aggiungere finchè l’attesa “Esplosione Lessicale” non vi consentirà più di tenere il passo.

Sarebbe utile tenere una traccia  almeno dei primi due anni di vita. Tutte le informazioni potrebbero essere utili nel caso vi sorgano dei dubbi, ma al di là di questo sarà comunque un ricordo bellissimo una volta che il vostro bambino sarà cresciuto, magari corredato di qualche bella foto …

… che ne pensate?

***

Guarda qui il DIARIO DEL LINGUAGGIO di Mamma Logopedista e scarica l’ANTEPRIMA GRATUITA.

I QUADERNI di Mamma Logo

I QUADERNI di Mamma Logo