Professione Logopedista: come cambia il lavoro in estate.

Con la fine delle scuola spesso si registra un calo dell’attività, anche se devo dire che soprattutto negli ultimi anni la tendenza non è più così univoca e più che ad una vera e propria diminuzione del lavoro, si assiste ad una modificazione delle attività lavorative quotidiane.

Vi dico cosa succede a me.

cicli estivi di trattamento logopedico

Sia l’anno scorso che questo in corso, sono arrivate ed arrivano richieste da parte di famiglie che vorrebbero proprio approfittare del periodo estivo per concentrarsi sul “problema linguaggio” del proprio bambino: ci chiamano per sapere in cosa consiste una valutazione del linguaggio, se è possibile effettuare un trattamento logopedico o se chiudiamo per l’estate.

no, non chiudiamo per l’estate!!

(ci trovi QUI) Continua a leggere

Share Button

Professione Logopedista: scarica il pdf gratuito sulla gestione della tua attività in proprio

Un po’ in ritardo sui tempi, ma ecco finalmente pronto il pdf su cui lavoro da un bel po’ di tempo Professione Logopedista: organizzare il lavoro e farsi aiutare dalla tecnologia.

Dentro ci ho messo tutto quello che ho studiato, approfondito, imparato ed utilizzato negli ultimi anni per avviare e consolidare la mia attività di logopedista libera professionista.

Come avrai notato da un po’ di tempo sto scrivendo sul blog non solo articoli riguardanti il mondo del linguaggio, ma molti più contenuti rivolti alla nostra professione; se vuoi andarli a rileggere li trovi seguendo il tag “Professione Logopedista“.

come nasce “professione logopedista”

La prima spinta, naturalmente, arriva sempre dalle vostre richieste. Da un lato tanti colleghi logopedisti che mi scrivono per informarsi e confrontarsi su svariati temi inerenti alla gestione del lavoro, dall’altra moltissimi neolaureati o studenti di logopedia che hanno  dubbi, incertezze e mille domande da fare … ho pensato che fosse utile rispondere per quel che posso nel mio piccolo. Continua a leggere

Share Button

Buona Pasqua da Mamma Logopedista

Share Button

Mese della Logopedia 2017: grazie a tutte le colleghe che hanno partecipato!

Anche quest’anno l’iniziativa del Mese della Logopedia è stata davvero piacevole, grazie alla partecipazione di molte colleghe, vorrei ringraziarvi una a una:

Manuela Farano – Ciuccio – biberon – dito: quando smettere?

Tiziana Balascio – Anche il mio bambino vorrebbe i biscotti al cioccolato, ma … : la disfagia pediatrica

Jenny Rio – Animali colorati, prime combinazioni e sintassi 

Centro Paroliamo – Cari mamma e papà … paroliAmo di me, di voi e del mio linguaggio

Giuseppina Maggio, Maria Paola Scuderi – Aiuta tuo figlio a “parlare” prima che sappia arlare: il Programma Baby Signs

Nunzia di Rosa – Deglutizione scorretta: Logopedia e terapia miofunzionale

Le autrici dei tre articoli più letti sono già state contattate via mail.

Grazie di tutto e al prossimo anno!

Share Button

Deglutizione scorretta: logopedista e terapia miofunzionale

di Nunzia Di Rosa, Logopedista

che cos’è la deglutizione scorretta

Si parla di deglutizione scorretta, quando la lingua, al momento dell’atto deglutitorio, spinge contro i denti o fra i denti, in posizione anteriore e/o laterale, invece di schiacciarsi contro il palato. In pratica consiste nel persistere del modello di deglutizione infantile, suzione, oltre il periodo ritenuto fisiologico. Continua a leggere

Share Button

Professione Logopedista: libri utili per studiare lo sviluppo del linguaggio

Nella mia attività clinica di logopedista mi occupo prettamente di valutare e trattare bambini molto piccoli. Questa scelta non è casuale: il motore principale che mi ha portato fin qui è che credo fermamente negli interventi precoci e che prima si interviene e più abbiamo la possibilità di fare bene e presto. Precocemente si può intervenire in molti modi: Continua a leggere

Share Button

Aiuta tuo figlio a “parlare” prima che sappia parlare: Il Programma Baby Signs®

di Giuseppina Maggio e Mariapaola Scuderi, Logopediste

Potenziare e arricchire la comunicazione precoce della coppia genitore-bambino nei primi due anni di vita: questo è il cuore del Programma Baby Signs®, una realtà (finalmente!) anche italiana.

“Perché il mio bimbo piange? Ha male all’orecchio? Ha ancora fame? L’acqua del bagnetto è troppo calda?”. Ogni giorno sono tantissime le domande che ogni genitore si pone, nel tentativo di interpretare i bisogni e le necessità del proprio piccolo.

Per tutte le mamme e i papà in attesa delle prime parole dei propri bambini, una preziosa opportunità per ridurre i momenti di frustrazione legati alla difficoltà nel comprendere i segnali che ogni bambino manda. E non solo!

5 risposte a 5 domande per scoprire il Programma Baby Signs®

Continua a leggere

Share Button

Cari mamma e papà, PAROLIAMO di me, di voi e del mio linguaggio

equipe di Paroliamo

Era la fine del 2011 quando abbiamo iniziato a immaginare il progetto di Paroliamo, che in questi anni è cresciuto, insegnandoci con l’esperienza come migliorare nel tempo l’offerta che proponiamo alle famiglie che ci contattano.

Tre logopediste e un consulente familiare professionista a orientamento sistemico-relazionale volevano dare qualcosa di più nel lavoro quotidiano, che andasse oltre alla valutazione logopedica, alla riabilitazione o al supporto agli apprendimenti. Troppo spesso, nel contatto con le famiglie, la sensazione era di avere il mandato di “sistemare” una questione del bambino, al momento critica, per tornare presto a una situazione di normalità. Tutto quanto offerto, con attenzione e professionalità, andava senz’altro a vantaggio dei bambini, ma rimanevano zone d’ombra che riguardavano i genitori e il modo in cui questi stavano con i propri figli. La nostra idea era ed è ancora, invece, che quando un bambino ha un qualsiasi tipo di difficoltà, i suoi genitori, la sua famiglia e le relazioni più importanti per lui, siano da coinvolgere per un’evoluzione più serena e solida.

Questo a partire da una considerazione tutt’altro che nuova: da che esiste l’uomo, infatti, possessore del linguaggio e della comunicazione, l’apprendimento si è sviluppato grazie alla socialità e alla relazione con altre persone. Continua a leggere

Share Button

Animali colorati, prime combinazioni di parole e sintassi

di Jenny Rio, Logopedista

Penso che ogni logopedista, con il passare degli anni, si trovi più attratta da alcuni aspetti del proprio lavoro che da altri. Ed è così che tendiamo a specializzarci in un settore piuttosto che un altro e ad informarci, leggere e approfondire un argomento preferito.

La mia attrazione è la sintassi, termine un po’ bruttino per indicare la capacità di combinare le parole in frasi. La parola SINTASSI, che è di etimologia greca, inizia con il prefisso συν, come SIMPATIA, che vuol dire insieme: in questo caso indica la capacità di mettere insieme le parole per creare frasi corrette e complete. Continua a leggere

Share Button

Counseling logopedico e bambini molto piccoli che non parlano

Mi sta succedendo una cosa un po’ particolare, che poi è quella per cui ho tanto seminato e lavorato negli ultimi anni. Tante e tante richieste di sostegno, consigli e aiuto da parte di genitori di bambini piccolissimi, diciamo tra i 10-12 mesi e i 18.

Ma cosa ci sarà tanto da preoccuparsi a quest età?

La cosa che ho capito da quando mi sono dedicata, attraverso questo blog, alla divulgazione di informazioni sullo sviluppo linguistico dei bambini, è che la conoscenza è un’arma a doppio taglio: da un lato conoscere ci consente di verificare che tutte le cose procedono come si deve o se non lo fanno, quali strumenti utilizzare per farle andare bene. Dall’altro conoscere porta dubbi e interrogativi a volte eccessivi, ma che sorgono spontanei. Tutto ciò va di pari passo con la nostra sensibilità e col modo che abbiamo di affrontare le cose. Continua a leggere

Share Button